.:: Med Diet - Mediterranean diet ::.


In questa sezione

Progetto

Il progetto in breve

Tutti i paesi del Mediterraneo condividono un modello alimentare caratterizzato da un elevato consumo di cibi di origine vegetale come legumi, cereali, frutta e verdura, frutta secca e semi, un basso consumo di carne e prodotti caseari, olio d'oliva come principale fonte di grassi e un consumo moderato di vino.

La dieta Mediterranea è considerata un modello sano e giudizioso: un'elevata adesione a questo tipo di dieta è stata messa in relazione a migliori condizioni di salute dovute agli effetti protettivi dimostrati contro numerose malattie.

Tuttavia, negli ultimi decenni si sono verificati profondi mutamenti nel modello alimentare mediterraneo, soprattutto a causa dell'aumentato apporto energetico derivante da prodotti alimentari non mediterranei, che è quasi triplicato. Per contrastare questo trend negativo, il progetto MedDiet mira ad aumentare la consapevolezza dei consumatori riguardo all'importanza di conservare tradizioni alimentari salutari.

"MedDiet – Dieta mediterranea e valorizzazione dei prodotti alimentari tradizionali" è un progetto strategico finanziato dall'Unione Europea nel quadro del Programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo  (www.enpicbcmed.eu)

Obiettivo specifico

Aumentare la consapevolezza dei consumatori (in particolare ragazzi e bambini, che rischiano di perdere le sane abitudini alimentari mediterranee) e delle PMI (in particolare ristoranti) riguardo ai benefici della Dieta Mediterranea (DM), migliorando la capacità di scuole, amministrazioni locali, camere di commercio/organizzazioni imprenditoriali e istituzioni politiche di mettere in atto iniziative efficaci e sostenibili per la salvaguardia della DM in Egitto, Grecia, Italia, Libano, Spagna e Tunisia.

Risultati attesi

  • Maggiore capacità delle scuole e delle amministrazioni locali dei territori che partecipano al progetto nel mettere in atto iniziative volte a incrementare la consapevolezza dei vantaggi della Dieta Mediterranea tra bambini, giovani e altri gruppi di consumatori
  • Migliore capacità delle camere di commercio e delle organizzazioni imprenditoriali dei territori coinvolti nel progetto nel supportare le PMI (soprattutto ristoranti) per un'offerta di prodotti alimentari coerente con un'autentica Dieta Mediterranea
  • Migliore capacità delle istituzioni politiche di Egitto, Libano e Tunisia nell'ideazione di politiche e strumenti volti a salvaguardare la Dieta Mediterranea

Attività previste

  • 165 iniziative di educazione alimentare per scuole e consumatori, inclusi laboratori di degustazione, visite ad aziende agricole/fabbriche, corsi di cucina, orti scolastici
  • Distribuzione di 31.100 tool-kit MedDiet
  • Creazione di un Marchio di Qualità MedDiet per ristoranti e azioni pilota per la sua implementazione (corsi di formazione e programmi di assistenza tecnica per proprietari di ristoranti)
  • Istituzione di 20 “Sportelli informativi sulla Dieta Mediterranea”
  • Stesura di un “sistema mediterraneo condiviso per la salvaguardia del prodotto tradizionale della Dieta Mediterranea”, che sarà poi sottoscritto dai rappresentati dei Ministeri/agenzie di Tunisia, Egitto e Libano

Destinatari

  • 4.800 studenti/giovani, 1.200 insegnanti e 120 presidi
  • 150 funzionari di 45 amministrazioni locali/nazionali
  • 20 formatori dalle camere di commercio

Beneficiari finali

  • 300 proprietari/gestori di ristoranti
  • 22.500 consumatori

Beneficiario

  • UnionCamere (Italia, Lazio)

Partenariato

  • Camera di Commercio di Cagliari,
  • Centro Servizi per le Imprese (Italia, Sardegna)
  • Associazione Nazionale Città dell'Olio (Italia, Toscana)
  • Fondazione Dieta Mediterranea (Spagna, Catalogna)
  • Camera di Commercio e dell'Industria di Tunisi (Tunisia, Tunisi)
  • Fondazione Le Rotte dell'Ulivo (Grecia, Peloponneso)
  • Camera di Commercio e dell'Industria di Messenia (Grecia, Peloponneso)
  • Forum delle Camere di Commercio dell'Adriatico e dello Ionio (Italia, Marche)
  • Associazione Spagnola delle Città dell'Olio (Spagna, Andalusia)
  • Associazione delle Camere di Commercio e dell'Industria del Mediterraneo (Spagna, Catalogna)
  • Confederazione delle Associazioni Imprenditoriali Egiziane ed Europee (Egitto, Al Iskandanyah)
  • Istituto Nazionale Tunisino per la Ricerca Agricola (Tunisia, Ariana)
  • Camera di Commercio, dell'Industria e dell'Agricoltura di Beirut e Monte Libano (Libano)
Data di pubblicazione 08/10/2015 14:47
Ultimo aggiornamento 09/10/2015 11:42