.:: Med Diet - Mediterranean diet ::.


In questa sezione

Storia

History and Tradition

Cereals represent the greatest successful attempt of knowledge, use and control of nature. Cereal crop, perhaps starting with farro, allowed Neolithic men, more than ten thousand years ago, to guarantee the first sure food provisions. Cereal cultivation has induced man to stop near their fields, forming the first settled communities. Men have learned, with cereals, to process food raw materials, obtaining flour from grains, dough for bred and pasta from flour. There was even a goddess watching over cereals: Ceres for the Romans and Demetra for the Greeks: a female and maternal divinity, strict guardian of seasons and natural lows.

Festivities and Tradition

The great festival of cereals has been the threshing , a magic moment of collective work, requiring from 12 to 15 people. It was also the arrival, in agricultural farmsteads, of the modern technologies (internal combustion engine tractors, threshing machines and balers)

Special Features

If there is nothing in the pantry, let’s throw on some pasta”. This quote underlines the fact that pasta can solve any food emergency. It has become the symbol of the food itself, since it can replace any other food.
Who doesn’t go to the miller’s doesn’t cover himself in flour”. It means that life leave it’s mark.
Who eats also the baking powder, will get dry bread”. It means that we need to believe in the future and dedicate some present to the future.

Storia e tradizioni          
I cereali rappresentano il maggior tentativo, riuscito benissimo, di conoscenza, utilizzo e controllo della natura. La coltura dei cereali, forse a cominciare dal farro, ha consentito agli uomini del neolitico, oltre diecimila anni fa, di assicurarsi le prime scorte sicure di cibo. La coltivazione dei cereali ha indotto gli uomini a fermarsi vicino ai loro campi e a formare le prime comunità stanziali.  Con i cereali gli uomini hanno imparato la trasformazione delle materie prime alimentari: dai chicchi alla farina, dalla farina agli impasti per il pane e la pasta. Addirittura una dea vigilava sui cereali, Cerere per i Romani, Demetra per i Greci, divinità femminile e materna, severa custode delle leggi naturali e delle stagioni.
Special Features

Curiosità            
“Se in dispensa non c’è niente, buttiamo giù la pasta”. Questo detto sottolinea che la pasta risolve ogni emergenza alimentare. In quanto sostitutiva di ogni altro cibo è diventata simbolo del cibo stesso.
“Chi non va dal mugnaio non s’infarina”. Significa che la vita lascia il segno.
“Chi mangia anche il lievito avrà pane secco”. Significa che bisogna credere nel futuro e che al futuro bisogna dedicare un po’ di presente.


Festività e tradizioni
La grande festa dei cereali è stata la trebbiatura, momento magico di lavoro collettivo, che richiedeva l’impiego da 12 a 15 persone. Era anche l’arrivo, nelle cascine agricole, delle moderne tecnologie (il motore “testa calda”, la trebbiatrice e l’imballatrice).

Data di pubblicazione 16/10/2013 11:06
Ultimo aggiornamento 14/07/2014 13:23